Università degli studi di Catania
Università degli studi di Catania - L'Agenda

Emanuele nella battaglia

altri eventi in città
Sabato 18 gennaio alle 19:30, alla Legatoria Prampolini, presentazione del primo romanzo di Daniele Vicari

Sabato 18 gennaio alle 19:30, alla Legatoria Prampolini (Via Vittorio Emanuele II, 333), Claudio Fava (scrittore e giornalista) e Giuseppe Lorenti (giornalista) presentano il primo romanzo di Daniele Vicari "Emanuele nella battaglia" ( Einaudi).

Che mistero è la realtà? Quando un regista come l’autore di "Diaz" si fa una domanda come questa, può venirne fuori solo un romanzo di rara forza. Al centro c’è l’assassinio di un ragazzo di vent’anni, Emanuele Morganti, fuori da una discoteca di Alatri: un fatto di cronaca di cui si è parlato molto e su cui poi è calato il silenzio. Ed è proprio a questo silenzio che dà voce Daniele Vicari, intrecciando vite, piste, testimonianze, e soprattutto le voci più intime di chi non si è mai arreso all'idea di aver perduto così, nell'insensatezza, un fratello, un figlio, un amico.

«Qualcuno la chiama in modo generico “provincia” ma, in alcune zone del Paese, quel mondo può diventare una sorta di aldilà». E in questo aldilà l’autore fa i conti anche con se stesso, con il cinema, con il senso di ricostruire e narrare storie, senza risparmiare niente e nessuno.

L'autore

Daniele Vicari è uno dei registi più apprezzati e premiati del cinema italiano. Tra i suoi film: "Velocità massima" (2002), Mostra del Cinema di Venezia e David di Donatello migliore opera prima; "L'orizzonte degli eventi" (2005), Semaine de la Critique di Cannes; "Il mio paese" (2006), David di Donatello miglior documentario. Con "Il passato è una terra straniera" (2008), dal romanzo di Gianrico Carofiglio, vince il Miami International F. F. Nel 2012 presenta al Festival di Berlino "Diaz - Don't Clean Up This Blood", sui drammatici fatti del 2001 al G8 di Genova, vincendo il premio del pubblico, quattro David di Donatello e tre Nastri d'Argento. Poi realizza "La nave dolce" (2012), premio Pasinetti; "Sole Cuore Amore" (2016), premio Giuseppe De Santis. Con il film tv "Prima che la notte" (2018) racconta la storia di Giuseppe Fava. È tra i fondatori della Scuola d'arte cinematografica "Gian Maria Volonté", di cui è direttore artistico. Per Einaudi ha pubblicato "Emanuele nella battaglia", il suo primo romanzo (2019).

(18 gennaio 2020)

Stampa testo
Invia questo articolo
Tutti gli appuntamenti...
Archivio eventi
In prima pagina
Essere o no scrittore - Lettere 1963-1988
Giovedì 27 febbraio alle 17, nella sede della Società di Storia Patria per la Sicilia Orientale, presentazione del volume sul carteggio Consolo-Sciascia curato dalla prof. Rosalba Galvagno
Cultura, società, religione
Venerdì 28 febbraio alle 16, nell'auditorium “Giancarlo De Carlo” del Monastero dei Benedettini, inaugurazione dei seminari d'ateneo “Tracce di mafia e antimafia”. Ospite: padre Nino Fasullo, direttore della rivista "Segno"