UniversitÓ degli studi di Catania
Università degli studi di Catania - L'Agenda

La democrazia al tempo di Internet

Giovedý 23 novembre alle 17:30, nell'aula magna di Villa San Saverio (Scuola Superiore di Catania), conversazione con il giudice emerito della Corte Costituzionale Sabino Cassese

Giovedý 23 novembre alle 17:30, nell'aula magna di Villa San Saverio (Scuola Superiore di Catania), si svolge l'incontro sul tema "La democrazia al tempo di Internet". Si tratta di una conversazione, condotta dal prof. Vincenzo Di Cataldo (Giurisprudenza, UniversitÓ di Catania) con il giudice emerito della Corte Costituzionale Sabino Cassese intorno al suo ultimo volume "La democrazia e i suoi limiti", edito da Mondadori.

Il libro

La democrazia appare fragile e vulnerabile. Dopo aver sanato le ferite delle guerre e dei totalitarismi del XX secolo, i suoi valori e suoi principi fondamentali sembrano perdere forza e significato: ne sono prova le difficoltÓ crescenti dell'integrazione europea, il dilagare dei populismi, la contestazione delle Úlite, la Brexit, la sorprendente elezione di Donald Trump alla presidenza degli Stati Uniti. Ma come funziona la democrazia? Come opera concretamente nella vita dello Stato, in relazione alle altre componenti dei poteri pubblici, in conflitto con la giustizia, l'autoritÓ, l'efficienza, nella teoria e nella pratica del governo? Sono queste alcune delle domande a cui risponde Sabino Cassese, uno dei pi¨ noti giuristi italiani, in "La democrazia e i suoi limiti", al centro del quale sta l'interazione tra l'elemento democratico dei sistemi politici contemporanei e gli altri elementi che compongono lo Stato, nonchÚ tra la democrazia nazionale e gli ordini giuridici sovranazionali. L'accento Ŕ sui limiti perchÚ, se la democrazia Ŕ un limite del potere, Ŕ a sua volta limitata, sia per la sua intrinseca natura, sia per l'azione di altre forze. Accanto al tema tradizionale della democrazia come limite del potere, tuttavia, vi sono altri temi emergenti, che rispondono a problemi contemporanei. In primo luogo quello della partecipazione attiva dei cittadini alla vita dello Stato e delle sue istituzioni. Se nei Paesi occidentali un quarto della popolazione si astiene dal voto, se sempre pi¨ spesso sono le minoranze a decidere i destini politici di una nazione, se milioni di persone assumono atteggiamenti di protesta, occorre verificare il funzionamento della democrazia, i compiti dei partiti, le vie per far sentire nello Stato la voce dei cittadini, e contemporaneamente le procedure di selezione delle classi dirigenti e i modi di operare degli apparati pubblici.

L'autore

Sabino Cassese Ŕ professore alla School of Government della Luiss e alla Catˇlica Global School of Law di Lisbona. ╚ stato professore nelle universitÓ di Urbino, di Napoli, di Roma e alla Scuola Normale Superiore di Pisa. Ha inoltre insegnato alla Law School della New York University e al Master of Public Affairs dell'Institut d'Útudes politiques di Parigi. ╚ stato ministro della Funzione pubblica nel governo Ciampi e giudice della Corte costituzionale. Ha pubblicato, di recente, "Governare gli italiani. Storia dello Stato" (2014), "Dentro la Corte. Diario di un giudice costituzionale" (2015), "Territori e potere. Un nuovo ruolo per gli Stati?" (2016), "La democrazia e i suoi limiti" (2017). Dal 2015 Ŕ editorialista del ôCorriere della Seraö.

L'incontro potrÓ essere seguito in diretta streaming sul sito www.scuolasuperiore.unict.it.

(23 novembre 2017)


HANNO SCRITTO

Stampa testo
Invia questo articolo
Tutti gli appuntamenti...
Archivio eventi
In prima pagina